Menu
Il cellulare di carta da usare e riciclare

Il cellulare di carta da usare e ri…

Il cellulare di carta da ...

Il fornello solare portatile

Il fornello solare portatile

Il fornello solare portat...

La bici elettrica che si ricarica pedalando

La bici elettrica che si ricarica p…

La bici elettrica che si ...

Il kit per produrre biocarburante dall'olio di frittura

Il kit per produrre biocarburante d…

Il kit che produce biocar...

La pentola da cucina che produce energia

La pentola da cucina che produce en…

La pentola da cucina che ...

La macchina da caffe senza elettricità

La macchina da caffe senza elettric…

La macchina da caffè espr...

La vernice che mangia lo smog

La vernice che mangia lo smog

È nata la vernice che man...

Zero carbon house la casa che produce energia e cibo

Zero carbon house la casa che produ…

Una casa ecologica, effic...

Le sette regole per costruire una casa ecologica

Le sette regole per costruire una c…

L’urbanizzazione sfrenata...

Autocertificazione energetica in classe g servira' uno specialista

Autocertificazione energetica in cl…

Stop all’auto certificazi...

Prev Next

Il tuo Spazio Qui

  • Vincenzo Carcione

  • Lumarò Milazzo

  • Radio Splash

  • Capitano Nemo

  • Spazio Libero

  • Spazio Libero

Lo strano albero dell'uva

  • Scritto da 
Lo strano albero dell'uva

Abbiamo tutti visto un albero no? Sia che abitiamo in città o in campagna. Se vi chiedo come è fatto un albero saprete sicuramente descriverlo, almeno in linea generale: ha le radici, un tronco, dei rami dove sopra vi crescono foglie, fiori e frutti. Ma esiste un albero che ha una particolarità unica al mondo, parliamo della Plinia cauliflora, chiamata volgarmente Jabuticaba (ʒabutʃiˈkabɐ), la sua particolarità? Produce i propri frutti sul tronco. Il nome è derivato dalla lingua Tupi: Jabuticaba vuol dire cibo di Jabuti (colui che mangia poco).

E' una pianta che cresce spontaneamente in Brasile, Argentina, Paraguay e Bolivia. Cresce meglio nelle aree dell’emisfero australe. Alcune specie di jabuticaba sono subtropicali, e possono sopportare gelate miti e brevi, invece altre specie o varietà, possono essere più sensibili al freddo. Ama l'umidità e un suolo leggermente acido, riesce a crescere anche in terreni sabbiosi, basta non farle mancare la giusta umidità. Le jabuticaba si adatta abbastanza bene a varie condizioni di crescita, sia su sabbia sia su terra molto ricco. Non sopporta i suoli salati.
 I suoi bianchi fiori crescono sul tronco e la pianta fiorisce più volte all'anno ma se le condizioni sono giuste, può fiorire per l'intero anno. Se scegliamo di far nascere una pianta di Jabuticaba da seme, dovremmo aspettare ben 10/20 anni prima di poter vedere i suoi frutti, se invece utilizziamo una pianta innestata, ne basteranno solo 5. Hanno una crescita molto lenta, se utilizzate a scopo ornamentale, vengono potati con una conformazione “bonsai”.

I frutti, piccoli 3/4 cm e rotondi, contengono 4 semi ognuno, hanno una buccia violacea e una polpa bianca. Come abbiamo detto, la Jabuticaba fruttifica sul tronco, probabilmente per far si che possano alimentarsi anche gli animali che non possono raggiungere certe altezze, così che quando gli animali defecano, rilasciano i semi il più lontano possibile dalla pianta madre. Questa pianta viene coltivata specialmente per la produzione di questo frutto che però non può essere esportato perché altamente deperibile. Ha un basso livello di acidità e nel giro di tre giorni comincia una veloce fermentazione. Viene consumato o a crudo, come un qualunque frutto, oppure trasformato in marmellate, decotti, vini e liquori, visto la sua alta fermentazione.

La Jabuticaba, nelle zone in cui cresce, viene utilizzata come alternativa all'uva, proprio per la sua ottima produzione di vini e liquori, e proprio per questo, viene anche chiamato “l’albero dell’uva”.

Dal frutto sono stati isolate varie sostanze, potenti antiossidanti ed antiinfiammatori. Una di queste sostanze, la jaboticabina, si trova solo in questo frutto. La buccia si usa per preparare un decotto astringente, per gli usi comuni antinfiammatori di un tale prodotto, (emottisi, diarrea, e per gargarismi in caso di tonsillite).

Si è constatato che il frutto ha diverse proprietà anti-cancro.

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

ULTIMI ARTISTI SU VERDE OGGI

  • Lumarò Resort
    Lumarò Milazzo

     
     
  • Ceramiche Maurizio Romano
    Lumarò Milazzo

     
     
  • Capitano Nemo
    Lumarò Milazzo

     
     
  • Vino Mamertino Vasari
    Lumarò Milazzo

     
     
  • Maya Natura
    Lumarò Milazzo

     
     
  • Gust0vale
    Lumarò Milazzo

     
     

INFORMARSI

PROGETTO ORTO

SPORT

MUSICA

LA MIA ARTE

ATTIVITA'