Menu
Il cellulare di carta da usare e riciclare

Il cellulare di carta da usare e ri…

Il cellulare di carta da ...

Il fornello solare portatile

Il fornello solare portatile

Il fornello solare portat...

La bici elettrica che si ricarica pedalando

La bici elettrica che si ricarica p…

La bici elettrica che si ...

Il kit per produrre biocarburante dall'olio di frittura

Il kit per produrre biocarburante d…

Il kit che produce biocar...

La pentola da cucina che produce energia

La pentola da cucina che produce en…

La pentola da cucina che ...

La macchina da caffe senza elettricità

La macchina da caffe senza elettric…

La macchina da caffè espr...

La vernice che mangia lo smog

La vernice che mangia lo smog

È nata la vernice che man...

Zero carbon house la casa che produce energia e cibo

Zero carbon house la casa che produ…

Una casa ecologica, effic...

Le sette regole per costruire una casa ecologica

Le sette regole per costruire una c…

L’urbanizzazione sfrenata...

Autocertificazione energetica in classe g servira' uno specialista

Autocertificazione energetica in cl…

Stop all’auto certificazi...

Prev Next

Il tuo Spazio Qui

  • Vincenzo Carcione

  • Lumarò Milazzo

  • Radio Splash

  • Capitano Nemo

  • Spazio Libero

  • Spazio Libero

Il mandarino In evidenza

  • Scritto da 
Il mandarino

Gli agrumi sono dei frutti base della nostra alimentazione, sia per insaporire le carni, sia per le trasformazioni in marmellate o altri prodotti, o più semplicemente, consumandoli così per come sono, togliendo la buccia e staccando i vari spicchi per poi mangiarli.

Tra i tanti agrumi, oggi parleremo del mandarino. Il nome comune mandarino si può riferire tanto alla pianta quanto al suo frutto. E' una varietà di agrume appartenente al genere Citrus e alla famiglia delle Rutacee. E' originario dell'Asia orientale, in particolare della Cina, non ama le basse temperature, per questo si è adattato solo alle zone calde, come il Mediterraneo o l'America del Sud. È uno dei tre agrumi originali del genere Citrus assieme al cedro ed al pomelo, l’unico dolce tra questi tre. Con “originale” si intende che inizialmente esistevano solo queste varietà, solo successivamente sono nate le altre, come l’arancia o il limone.

In Italia la zona più adatta a questa coltivazione, è il sud (specialmente in Sicilia e Calabria). E’ un albero che raggiunge i 2 metri di altezza, in alcune varietà fino a quattro metri. Le foglie sono piccole e profumatissime. Il frutto è di forma sferoide, un po' appiattito all'attaccatura, e si lascia cogliere facilmente. La polpa è di colore arancio chiaro, costituita da spicchi facilmente divisibili, molto succosa e dolce. La buccia è di colore arancione, sottile e profumata. È particolarmente semplice da rimuovere con le mani, proprio in quanto scarsamente attaccata alla polpa. Ha un profumo agrodolce e aromatico come la clementina; il gusto è molto dolce e buono.

Vi sono diverse varietà di mandarino: satsuma o mikan, avana, paternò e la rarissima e protetta varietà del Mandarino tardivo di Ciaculli dal sapore zuccherino che, viene coltivato nell'omonima frazione di Palermo, nel cuore della pianura Conca d'oro. Poi vi sono la Tangeri e le Clementine, ma queste non possono essere classificate come varietà di mandarini, perché sono degli ibridi, il 1° tra il mandarino e l’arancia, il 2° tra il mandarino e l’arancia amara. Il Tangerino ha la buccia di c
olore arancio acceso; il peduncolo esce da una piccola protuberanza (come in certi limoni); le foglie sono più larghe.

Occorre un clima fondamentalmente caldo, con una buona umidità, ed inverni non particolarmente rigidi, teme moltissimo le escursioni tra notte e giorno. Le temperature ottimali per la sua germinazione, partono dai 13 ai 30 gradi centigradi, al di fuori di queste temperature, la germinazione rallenta o si arresta del tutto. Il vento è un'altra causa di sofferenza per questa pianta, mettiamola in un posto riparato dal vento o per lo meno utilizziamo dei teli appositi con i quali ricoprire la chioma, evitando così sfregamenti e rotture dei rami.

Il mandarino è una pianta che adora l'umidità, perciò non facciamogli mai mancare l'acqua, sia nei primi periodi di vita, sia durante il caldo estivo, ricordandoci di innaffiare solo la mattina presto oppure la sera tardi, quando il sole è già tramontato.

Se dobbiamo trapiantare uno o più esemplari, scegliamo come periodo quello primaverile, così che le probabilità delle gelate notturne si siano azzerate. Non ama terreni argillosi, è sempre meglio il classico "medio impasto", un PH neutro e ricco di humus.

Impieghiamo spesso concimi, diserbanti e insetticidi. Le erbe infestanti "rubano" acqua e sostanze nutritive alla pianta, i diserbanti vanno immessi nel periodo che va da aprile a giugno, subito dopo la triturazione delle erbe infestanti che si sono accumulate sul terreno nei mesi precedenti. Per quanto riguarda i parassiti, sia animali che vegetali, possiamo citare il Mal secco, il cancro gommoso e la carie del legno (vegetali), cocciniglie (quella del fico, la bianca, a mezzo grano di pepe, etc), gli afidi, le mosche e gli acari (animali).

Per saperne di più sul Mal secco, andate qui--> Il mal secco degli agrumi

Per quanto riguarda i valori nutrizionali del frutto, è ricco di acqua (85,17 g/100 g), zuccheri (10,58 g/100 g), fibre (1,8 g/100 g) e vitamina C (26,7 mg/100 g), come il resto degli agrumi.

 

L'alta quantità di fibra e di acqua, contribuiscono a dare quel senso di sazietà quando li si mangia, ma solo nella sua versione a spicchi, non sotto forma di succhi o altro. Più il frutto è pesante, più la quantità di acqua è maggiore, e maggiore sarà la sensazione di sazietà da noi percepita. Attenzione però a non esagerare nella quantità, infatti mangiare troppi mandarini, per via della sua concentrazione di acido citrico, può provocare effetti lassativi.

Per quanto riguarda la trasformazione del frutto, vi sono varie possibilità, come succhi di frutta, marmellate ma anche ciambelle.

Sapevate inoltre che si può fare la bavarese con i mandarini?

Eccovi qua la ricetta! ---> Bavarese al mandarino

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

ULTIMI ARTISTI SU VERDE OGGI

  • Lumarò Resort
    Lumarò Milazzo

     
     
  • Ceramiche Maurizio Romano
    Lumarò Milazzo

     
     
  • Capitano Nemo
    Lumarò Milazzo

     
     
  • Vino Mamertino Vasari
    Lumarò Milazzo

     
     
  • Maya Natura
    Lumarò Milazzo

     
     
  • Gust0vale
    Lumarò Milazzo

     
     

INFORMARSI

PROGETTO ORTO

SPORT

MUSICA

LA MIA ARTE

ATTIVITA'