Menu
Il cellulare di carta da usare e riciclare

Il cellulare di carta da usare e ri…

Il cellulare di carta da ...

Il fornello solare portatile

Il fornello solare portatile

Il fornello solare portat...

La bici elettrica che si ricarica pedalando

La bici elettrica che si ricarica p…

La bici elettrica che si ...

Il kit per produrre biocarburante dall'olio di frittura

Il kit per produrre biocarburante d…

Il kit che produce biocar...

La pentola da cucina che produce energia

La pentola da cucina che produce en…

La pentola da cucina che ...

La macchina da caffe senza elettricità

La macchina da caffe senza elettric…

La macchina da caffè espr...

La vernice che mangia lo smog

La vernice che mangia lo smog

È nata la vernice che man...

Zero carbon house la casa che produce energia e cibo

Zero carbon house la casa che produ…

Una casa ecologica, effic...

Le sette regole per costruire una casa ecologica

Le sette regole per costruire una c…

L’urbanizzazione sfrenata...

Autocertificazione energetica in classe g servira' uno specialista

Autocertificazione energetica in cl…

Stop all’auto certificazi...

Prev Next

Il tuo Spazio Qui

  • Vincenzo Carcione

  • Lumarò Milazzo

  • Radio Splash

  • Capitano Nemo

  • Spazio Libero

  • Spazio Libero

Scoperti tre pianeti "cugini" della Terra

  • Scritto da 
Pianeti Pianeti

Tre pianeti che potrebbero essere abitabili, descritti come "simili" per dimensioni e temperatura alla Terra, sono stati recentemente scoperti a 39 anni luce dal sistema solare nel quale ci troviamo. La notizia è stata pubblicata da Nature, dove si cita il lavoro dei ricercatori dell'Università di Liegi, che avrebbero individuato nelle vicinanze di una stella nana ultrafredda i tre pianeti simili in dimensioni e temperature alla Terra e a Venere, il secondo pianeta del nostro sistema solare.

Secondo i ricercatori questo tris di pianeti potrebbe essere uno dei luoghi migliori dove cercare la vita extraterrestre perche questi pianeti si trovano ai margini della cosiddetta "fascia di abitabilità", ovvero avrebbero una giusta combinazione di luce e calore dalla stella principale per poter ospitare la vita, anche se in forma elementare. Secondo quanto riporta Repubblica per scoprire i tre pianeti gli astronomi hanno osservato la stella 2MASS J23062928-0502285, grande circa un decimo del Sole e molto più fredda, e hanno monitorato la luce della stella con il TRAnsiting Planets and PlanetesImals Small Telescope (TRAPPIST), un telescopio da 60 cm di diametro installato a 2400 metri di altitudine all'Osservatorio Australe Europeo (ESO), in Cile.

"Questo e il più grande premio possibile per l’astronomia: se venisse dimostrato che pianeti simili alla Terra sono comuni intorno a questo genere di stelle allora i pianeti potenzialmente abitabili potrebbero essere molto più numerosi di quanto ipotizzato finora"

spiegano i ricercatori su Nature.

La stella è stata battezzata Trappist-1 e osservandola per diversi mesi gli astronomi si sono accorti che la sua traccia all'infrarosso diminuiva di intensità ad intervalli regolari, un classico segnale indiretto della presenza di pianeti, non visibili direttamente. Dei tre esopianeti (esterni al sistema solare) i due più vicini a Trappist-1, avevano un’orbita di 1,5 e 2,4 giorni e vengono investiti solo da, rispettivamente, 4 e 2 volte il quantitativo di energia che la Terra riceve dal Sole. Il terzo e più distante ha un orbita tra i 4 ed i 73 giorni.

Fonte: Ecoglog

Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

ULTIMI ARTISTI SU VERDE OGGI

  • Lumarò Resort
    Lumarò Milazzo

     
     
  • Ceramiche Maurizio Romano
    Lumarò Milazzo

     
     
  • Capitano Nemo
    Lumarò Milazzo

     
     
  • Vino Mamertino Vasari
    Lumarò Milazzo

     
     
  • Maya Natura
    Lumarò Milazzo

     
     
  • Gust0vale
    Lumarò Milazzo

     
     

INFORMARSI

PROGETTO ORTO

SPORT

MUSICA

LA MIA ARTE

ATTIVITA'